Baby News

La prima foto di Charlotte: in braccio al fratello maggiore

Nella sua prima foto ufficiale la principessa Charlotte è un bambolotto: vestita di bianco, come fu vestito lo stesso George quando venne il suo turno, tiene gli occhi sgranati (si capisce già che è un peperino) e sembra deliziata dalla presenza del fratello maggiore. Sebbene abbia nemmeno due anni (li compirà il 22 luglio), il principe sembra già aver capito quale grave peso gli sia stato dato… e non parliamo di chili: dalla sua espressione non sembra convinto di aver fatto un buon affare, accogliendo in casa questo bebé.

La bambina è nata il 2 maggio, è stata chiamata Charlotte Elizabeth Diana per accontentare un po’ tutti: la mamma, cui probabilmente piaceva un nome ‘non Windsor’; la bisnonna regina, felice di vedere un’altra Elisabetta nella linea di successione al trono; e papà William, così legato al ricordo della madre, Lady Diana Spencer, scomparsa quando aveva solo 15 anni.

Per la prima volta viene presentata al mondo la bambina attraverso gli scatti di mamma Kate; è noto infatti che i duchi di Cambridge vogliano tutelare il più possibile la privacy dei loro bambini, ed evitano di sottoporli a stress inutili – come un servizio fotografico. Sempre per il bene dei figli hanno scelto di vivere Anmer Hall, residenza di campagna nel Norfolk non lontana dalla città di Londra, per farli crescere lontano dai rigidi cerimoniali di corte, per quanto possibile.

GLI OUTFIT DEI PRINCIPINI
Per il ritratto, la piccola indossa un maglioncino che si è scoperto appartenere a un set di quattro pezzi regalato ai duchi di Cambridge dalla nanny di George (e ora anche di Charlotte): Maria Borrallo. La tata è di origini spagnole, e aveva condotto l’acquisto attraverso sua madre direttamente nel negozio del brand spagnolo Irulea, a San Sebastian (Paesi Baschi), come abbiamo raccontato nel dettaglio nel post dedicato alla nascita della principessa.

Il set era composto da cuffietta (vista indosso alla piccola quando è uscita dall’ospedale, appena nata), cardigan, babucce e camicina e dopo il successo insperato per l’“Effetto Charlotte” è stato ribattezzato appunto “Princess Charlotte” o meglio “Printzesa Karlota”, perché gli spagnoli traducono tutto, anche i nomi. È un continuativo, sempre in vendita a 233 euro.

E George? Il suo completino è da vero principino… azzurro! È un completo del brand Rachel Riley chiamato “Cord Short and Shirt Set”, composto da pantaloncino corto e camicia con profili azzurri, tutto in cotone 100%. Le taglie vanno dai 6 mesi ai 4 anni, il prezzo di vendita è 93 euro circa. I calzini al polpaccio sono Amaia Kids, come di consuetudine, e costano 7,84 euro: ci sono in ben 18 colori!

 

 

LA CURIOSITÀ
I fratellini posa su un divano color crema in una delle dieci stanze della tenuta di campagna dei duchi di Cambridge, Anmer Hall, ristrutturata dalla stessa Kate Middleton poco prima della nascita della sua secondogenita. È la casa in cui i principini sono nati, un palazzo in stile georgiano con piscina e campo da tennis privato, ed è stata donata ai duchi da sua maestà la Regina.

Originariamente era stata pensata come un luogo in cui trascorrere i weekend, ma la coppia reale ha deciso di vivervi stabilmente per tenere lontano i figli dalla confusione – e dai paparazzi – della città, tanto più che William lavora poco lontano, con l’East Anglian Air Ambulance.

La residenza è molto appartata, costruita in mattoni rossi, e si trova a breve distanza in auto da Sandringham House (residenza della regina). La ristrutturazione è costata 1,5 milioni di sterline (quasi 1,7 milioni di euro) ed è stata supervisionata da Kate durante la sua gravidanza; le migliorie comprendono la conversione di un’ala esterna in alloggi per la baby sitter e la creazione di un giardino d’inverno. Il tetto è stato rifatto, ed è costato ben 500.000 sterline, è stata creata una nuova cucina dove sembra che i duchi trascorrano molto tempo, una camera con giardino, un viale d’ingresso e una nuova stanza, nursery, per George e Charlotte.

Chi ha pagato i lavori di ristrutturazione? Secondo il quotidiano The Guardian i soldi arrivano dai fondi privati ​​della famiglia reale. Quindi: i duchi l’hanno pagata di tasca propria. Un altro punto a favore per William e Kate!

Lascia un commento


Deprecated: wp_make_content_images_responsive è deprecata dalla versione 5.5.0! Utilizzare al suo posto wp_filter_content_tags(). in /home/royalbab/public_html/wp-includes/functions.php on line 4773