Baby News

La strana storia della veste battesimale del principino Louis

Una veste in pizzo vecchia di secoli, conservata avvolta nella carta velina in una stanza buia per oltre 170 lunghi anni. Questo l’abito destinato al piccolo Louis per il suo battesimo, nel rispetto della tradizione della famiglia reale inglese. “Una veste di pizzo e un mantello di pizzo bianco Honiton sopra un raso bianco” scrisse nel suo diario la regina Vittoria che nel 1841 la commissionò su misura per la sua primogenita, la principessa Vittoria, nello stesso stile del suo abito da sposa secondo quanto riportano alcuni documenti conservati nel Victoria and Albert Museum. 

La veste fu usata per battesimare ben 62 royal baby dopo di lei, incluso il figlio maschio della regina Vittoria, Edward, salito al trono con il nome di Edoardo VII nel 1901, e ancora la regina Elisabetta II, il principe Carlo e i principi William ed Harry. L’ultima a indossarla fu, nel 2004, Lady Louise Windsor (figlia primogenita del principe Edoardo e di Sophie) e come di consuetudine è stata accuratamente lavata con sola acqua e riposta in una camera buia, secondo quanto riporta The Telegraph, per conservarla nelle migliori condizioni.

Nonostante tante cure tuttavia, nel suo trascorrere impietoso il tempo ha reso inutilizzabile la preziosa veste, e dunque quella che vediamo indosso a Louis, 3 mesi, nel giorno del suo battesimo, è una replica in pizzo, tulle e sete dell’originale, creata nel 2004 da una fidata collaboratrice della Regina Elisabetta per battesimare James, Visconte Severn, figlio di Edoardo e Sophie e fratello di Louise.
Negli anni successivi l’hanno usata anche gli altri nipoti della sovrana, Savannah e Isla Phillips (figlie di Peter Phillips, primogenito della principessa Anna), il principino George, battezzato il 23 ottobre 2013 alla Cappella di St. James’s Palace di Londra, e la principessa Charlotte il 5 luglio 2015 presso la Chiesa di Santa Maria Maddalena nella tenuta di Sandringham, a Norfolk (dove fu battezzata anche la defunta nonna, Lady Diana).

LA CERIMONIA

I primi ad arrivare sono i Cambridge: Kate con il piccolo Louis addormentato tra le braccia, e William mano nella mano con i due principini ‘grandi’, George e Charlotte. Che come è consuetudine sembrano il giorno e la notte: serio e compito lui, sorridente e sfacciata lei, che anche nel grande giorno del fratellino Louis non rinuncia a recitare un ruolo da protagonista salutando i fotografi e accogliendo solenne il saluto dell’arcivescovo di Canterbury con una stretta di mano: “Ben fatto!”, risponde lui compiaciuto. La principessina riesce perfino a rubare la scena alle signore (mamma Kate in Alexander McQueen, zia Meghan Markle in Ralph Lauren e zia Pippa in Alessandra Rich) quando – all’uscita dalla cappella – il sorriso si trasforma in broncio: è contrariata perché le hanno detto che lei e George non potranno partecipare al ricevimento, riservato ai soli adulti.

Quanto a Louis, dorme beato tra le braccia di mamma Kate: “speriamo resti così”, scherza lei mentre porge i suoi saluti all’arcivescovo che celebra il rito, e definisce il suo bebé “rilassato e tranquillo” stando alla cronaca del quotidiano The Telegraph.

COSA INDOSSAVANO GEORGE E CHARLOTTE AL BATTESIMO DEL FRATELLINO LOUIS?

Lo scopriamo in diretta, ma possiamo osservarli meglio nei bellissimi scatti realizzati da Matt Holyoak, fotografo ufficiale incaricato dalla Regina, diffusi subito dopo il battesimo. Kate Middleton ha fatto della parsimonia e del riuso degli stessi abiti in più e più occasioni un dettaglio di stile, caratteristica che la rende riconoscibile e amata dal pubblico, soprattutto britannico. Ebbene, per il battesimo del suo terzogenito – Louis Arthur Charles Mountbatten-Windsor – la ‘regina del riciclo’ ha deciso di rimettere indosso al principe George una camicia che il piccolo aveva già indossato solo un mese prima in occasione del Trooping the Colour (Leggi il nostro racconto!). Ovvero della annuale parata di giugno che festeggia in pompa magna il compleanno della Regina Elisabetta II, una delle rare occasioni in cui l’intera famiglia reale al completo compare al balcone di Buckingham Palace, royal baby inclusi.

Ebbene, sul balcone c’era anche George, con indosso la sua camicia modello Daniel di Amaia Kids in popeline di cotone bianco con bordature blu scuro sul colletto, sul risvolto e sul davanti. Valore: 56,70 dollari. I pantaloncini invece sono nuovi: si tratta ancora di un modello Amaia Kids, Gull color blu marino in cotone blu con tasche e zip frontale (54 dollari, ma già sold out) mentre le scarpine sono di Papouelli, modello Barnie, e costano da 69 a 86 sterline.

Anche l’abitino floreale di Charlotte sembra un caso di riciclo, ma non lo è: si tratta di un modello in cotone con corpetto a nido d’ape con maniche a sbuffo confezionato per lei su misura: se ‘suona familiare’ ai royal watchers è perché assomiglia molto ai modelli di Little Alice London o Pepa & Co, baby brands molto amati da Kate Middleton che per la sua principessina sceglie abiti che rispondono a uno stile ben preciso: manica corta a sbuffo e arricciatura a nido d’ape su davanti, gonna ampia e colori pastello, con una predilezione per le stampe floreali, really british.

Il cerchietto è di Pepa and Company (7,73 euro), mentre le scarpine sono di Doña Carmen, un marchio spagnolo molto amato dai reali, che acquistano le loro scarpine in ogni fase della crescita dei loro bambini. Costo? 29,95 euro, e anche queste le abbiamo già viste in occasione del Trooping the Colour. La principessina ha indossato le loro scarpette anche in occasione delle visite di Stato dei Cambridge in Canada e Germania.

Gli outfit di George e Charlotte virano entrambi sui toni del blu in omaggio al fratellino Louis, protagonista della giornata, e la stessa tonalità è citata anche dall’abito e dalla cravatta del principe William.

LA CURIOSITÁ: la regina Elisabetta era assente alla cerimonia, come anche il marito Filippo: troppo anziano lui, troppo occupata lei ad attendere a impegni ufficiali e a prepararsi alla visita del presidente americano Donald Trump, prevista da lì a qualche giorno. L’assenza era stata annunciata e giustificata per tempo da Buckingham Palace per tranquillizzare i sudditi sulle condizioni di salute della sovrana: «È una decisione presa da tempo». Eppure ecco, in queste foto si scopre che la Regina in qualche modo … c’è. Basta osservare ben bene il ritratto di famiglia, quello con Kate e William, i principini, Harry e Meghan e i nonni paterni Carlo e Camilla: a ben guardare ci sono due ritratti appesi al muro, alle spalle dei royals. E in quello di destra c’è proprio lei, Elisabetta II.

Lascia un commento