Royal Family

Royal nanny: le tate dei principi ieri e oggi

C’era una volta il privilegio. Il principe William e sua moglie, Kate Middleton, sono impegnati nel dare un volto più moderno alla monarchia britannica, e così fin dal 2013, quando la duchessa di Cambridge era in attesa del loro primo figlio, annunciarono che non avrebbero assunto una baby sitter. Nel caso, avrebbero chiesto aiuto ad Antonella Fresolone, ex cameriera della Regina, perché li aiutasse con la casa e con il cane, il loro cocker spaniel Lupo, ma ai bambini avrebbero sicuramente badato loro.

Il comportamento fin troppo sportivo della coppia reale ha però costretto la povera signora Fresolone ad assumersi via via incarichi che in altri tempi sarebbero stati eseguiti da una schiera di cameriere, cuochi, maggiordomi e autisti, finché la situazione è stata chiara a tutti: la tata serve, altroché!

Ma William e Kate continuano a essere ottimisti, nel pensare di poter incaricare l’amata bambinaia che ha accudito il principe e suo fratello bambini, Jessie Webb. Peccato che a 72 anni la nanny non era in grado di star dietro a baby George, piccolo e vivace. Così, hanno assunto la signora Maria Teresa Turrion Borrallo, spagnola addestrata nella prestigiosa scuola per bambinaie Norland subito soprannominata dai tabloid inglesi “Supernanny”.

Embed from Getty Images

Chi è la supernanny di George, Charlotte e Louis

Maria Teresa Turrion Borrallo viene assunta nel marzo 2014, all’età di 43 anni, come nanny per il principe George. Originaria di Palencia, Spagna, ha studiato alla scuola per nanny di Bath, Inghilterra, che dal 1892 promette alle ragazze di “una grande carriera con piccole persone”. Chi la conosce fin da bambina ha detto di lei: “Pensavamo tutti che sarebbe finita per diventare una suora perché era una ragazza così diversa dagli altri. Aveva a malapena qualche amico e non mostrava alcun interesse per i ragazzi”. In effetti Maria è single, dedita al suo lavoro. Ha studiato musica e per anni è stata anche tra i più ricercati insegnanti di violino e viola nella regione spagnola di Castiglia e Leon,.
Alla Norland ha studiato scienze sociali, psicologia, fondamenti di pediatria, storia, letteratura, appreso come relazionarsi con le famiglie, sviluppare abilità matematiche in un bambino e anche cucinare pasti sani. Ha frequentato un corso di primo soccorso, di difesa personale e di salvataggio in caso di annegamento.

Quanto guadagna una nanny così? Secondo la sua scuola, lo stipendio iniziale è di 26mila sterline all’anno, circa 30mila euro che arrivano a quasi 34mila dopo solo un anno. Le nanny più brave arrivano a guadagnare fino a 112mila euro l’anno, circa. E Maria sarà sicuramente tra queste…

La curiosità: Maria ha lasciato presto la Spagna per studiare ma è molto legata alle sue origini. È ‘a causa’ sua che i principi George, Charlotte e Louis vestono spesso brand spagnoli, sia perché li ha fatti conoscere a Kate Middleton, sia perché lei stessa acquista in piccole botteghe storiche delle sue parti gli abiti che regala ai ‘suoi’ bambini. Come accaduto con la cuffietta indossata dalla principessa alle dimissioni dall’ospedale, appena nata (leggi tutta la storia nel precedente post).

Embed from Getty Images

Altre royal nannies (meno fortunate di Maria)

    • La tata del principe Carlo. La regina Elisabetta ha assunto una nanny scozzese per il suo primogenito Carlo, Helen Lightbody (nella foto sopra con il principe ancora bambino) licenziata nel 1956 perché la severa signora osò entrare in contrasto con Sua Maestà riguardo un budino destinato al royal baby: la nanny sosteneva non fosse adatto al suo stomaco di 8 anni, e così fu invitata a far le valige e andare a dispensare consigli non richiesti altrove. Dopo di lei, altre nanny sono state licenziate da Elisabetta nel ruolo di madre: Marion Crawford, Barbara Barnes e Louise Lehzen. La ricerca di una tata è difficile anche se sei Regina, e puoi avere accesso ai migliori curricula del mondo!

Embed from Getty Images

  • La tata della regina Vittoria. La principessa Vittoria fu cresciuta dalla sua nanny e si affezionò moltissimo a lei, si chiamava Louise Lehzen (in foto). Quando la ‘sua bambina’ salì al sul trono la ricompensò nominandola segretaria personale con appartamento privato in Buckingham Palace.

Lascia un commento


Deprecated: wp_make_content_images_responsive è deprecata dalla versione 5.5.0! Utilizzare al suo posto wp_filter_content_tags(). in /home/royalbab/public_html/wp-includes/functions.php on line 4773